rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Notizie curiose / Palermo

Il sindaco palermitano diventa leghista, l'assessore si dimette per protesta

Giuseppe Scrivano, ex Pdl, si è candidato nelle liste del Carroccio con la moglie e altri familiari. Ma un membro della giunta non ci sta: "Vado via per difendere l'onorabilità del mio amato paese"

PALERMO - Da Alimena a Pontida, perché "quello della Lega è un progetto esemplare e da esportare al Sud". 

E' "curioso" quanto avvenuto ad Alimena, piccolo paese delle Madonie, in provincia di Palermo: il sindaco si è candidato nelle liste della Lega Nord e uno dei suoi assessori si è dimesso per protesta.

Il primo cittadino Giuseppe Scrivano (nella foto), ex Pdl, è diventato un militante leghista e si è candidato (è capolista alla Camera per la Lega Nord) nelle due circoscrizioni siciliane nelle liste del Carroccio con la moglie e altri familiari. Anche uno dei suoi assessori, Rino D'Amico, si è candidato con la moglie e altri parenti. 

Il caso ha avuto forti ripercussioni in giunta. L'assessore alla cultura e spettacoli Enzo Albanese, infatti, non ha condiviso la nuova collocazione politica di Scrivano e D'Amico e ha annunciato il suo ritiro. "Tolgo le tende perché voglio contribuire nel mio piccolo - ha detto - a difendere l'onorabilità del mio amato e maltrattato paese". (da PalermoToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco palermitano diventa leghista, l'assessore si dimette per protesta

Today è in caricamento