rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Città Barletta-Andria-Trani

Morta dopo il test medico: è caccia al farmaco killer

Le forze dell'ordine stanno verificando in tutta Italia le partite del farmaco contaminato (il sorbitolo) che ha causato la morte di una giovane di Trani. L'allerta del ministero della salute

Sabato scorso la tragedia a Barletta, in uno studio medico privato: una donna di 28 anni è morta, e altre due hanno accusato un malore, dopo aver ingerito un farmaco, il sorbitolo, per un test per le intolleranze alimentari. Il medicinale era stato acquistato su eBay.

La procura di Trani ha iscritto tre persone nel registro degli indagati con le accuse di omicidio colposo, cooperazione in omicidio colposo e lesioni. Il ministero della salute ha intanto lanciato l'allerta: "In relazione agli sviluppi della vicenda di Barletta, il ministero della salute invita coloro che hanno eventualmente effettuato acquisti di sorbitolo su eBay di non farme uso e richiedere prontamente l'intervento dei carabinieri del Nas ai fini del campionamento delle analisi".

I Nas, intanto, hanno sequestrato 100O tonnellate di sorbitolo. Il sequestro è di tipo cautelativo e serve ad accertare la presenza di eventuali inquinanti. Le attività investigative coordinate dalla procura di Trani stanno seguendo varie ipotesi, in particolare due sarebbero più stringenti. La prima: è stato utilizzata una soluzione per il test clinico a base di sorbitolo industriale e non per uso medico. Un dosaggio e una concentrazione eccessiva della sostanza potrebbe aver determinato l'intossicazione acuta. La seconda: la soluzione conteneva qualche sostanza tossica non prevista (probabilmente nitrati) ma presente nella confezione del preparato messo poi in vendita su eBay.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta dopo il test medico: è caccia al farmaco killer

Today è in caricamento