rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Città Perugia

Strage Perugia: chi sono le due vittime e il killer

L'omicida suicida è un imprenditore 43enne con problemi economici e psichici. Le due vittime sono Daniela Crispolti, 46enne precaria, e Margherita Peccati, 61enne vicina alla pensione

E' Andrea Zampi, un imprenditore di 43 anni, l'uomo che questa mattina è entrato negli uffici della Regione a Perugia ed ha ucciso due impiegate prima di suicidarsi. L'uomo era un piccolo imprenditore titolare di un'impresa di formazione nel campo della moda, e proprio questa attività e la crisi economica sarebbe dietro al gesto.

Nei giorni scorsi la Regione gli aveva respinto la richiesta di accreditamento che gli avrebbe permesso l'accesso a un finanziamento, per una somma di circa 130mila euro. L'uomo, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe lasciato sul pavimento del quarto piano della regione un dossier prima di spararsi. Non era la prima volta che l'uomo si presentava negli uffici di via del Broletto per la lamentarsi della situazione. L'imprenditore aveva anche dei problemi psichici per i quali ultimamente era stato ricoverato in ospedale.

La più giovane delle vittime è Daniela Crispolti, 46enne originaria di Todi. Secondo indiscrezioni, la donna era un'impiegata precaria della Regione Umbria. Lavorava al quarto piano dove si trovano anche gli uffici del settore formazione e dove è avvenuta la strage. 

L'altra donna ad avere perso la vita è Margherita Peccati, 61enne di Città di Castello. Anche lei lavorava negli uffici al quarto piano del Broletto e sembra che fosse vicina alla pensione.

Intanto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini è da poco arrivata a Perugia. Dopo essersi recata sul luogo della strage, ha voluto visitare le famiglie delle vittime per portare le proprie condoglianze di persona. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage Perugia: chi sono le due vittime e il killer

Today è in caricamento