rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Città Foggia

San Severo, spari contro le auto della polizia inviate dal governo

Nella notte i mezzi inviati dal governo per arginare la criminalità nel foggiano sono stati bersagliati da colpi di pistola esplosi dall'interno di una vettura che è poi fuggita

SAN SEVERO (FOGGIA) - Diversi colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi nella notte a San Severo, in provincia di Foggia, contro due automezzi della polizia, da alcuni giorni in città per un controllo rafforzato disposto in seguito a numerosi episodi di criminalità verificatisi negli ultimi tempi. La notizia è stata diffusa dal sindaco Francesco Miglio, il quale aveva proclamato uno sciopero della fame per protestare proprio contro l'escalation criminale e il mancato intervento del Viminale.

I colpi, come ricostruisce FoggiaToday, sono stati esplosi mentre i mezzi erano in sosta davanti ad una struttura alberghiera nei pressi della stazione ferroviaria. Il primo cittadino ha subito sentito il questore di Foggia, Piernicola Silvis, al quale ha espresso "la più totale e convinta solidarietà dell'amministrazione comunale".

Un uomo spara contro i mezzi della polizia: ecco il video

san severo video-2

Le indagini, che sono coordinate direttamente dal Questore Silvis, sono state immediatamente avviate: “Al Questore Silvis giungano anche pubblicamente i sentimenti di solidarietà dell’Amministrazione Comunale e della Città di San Severo per questo ultimo episodio di inaudita gravità. Assistiamo preoccupati a questa escalation dei fenomeni criminosi nel nostro territorio. Solo martedì scorso siamo stati rassicurati dal Ministro dell’Interno Sen. Marco Minniti a riguardo di azioni che saranno presto intraprese e valutate in un tavolo tecnico. Immediato – giova evidenziare - è stato l’invio di uomini e mezzi del Reparto Prevenzione Crimine che in questi giorni hanno presidiato il territorio, ma la risposta della malavita ci ha lasciato basiti”.

La Cgil e il Silp Puglia condannano il grave atto intimidatorio in una città ormai sotto scacco della malavita: “Tutto questo mentre la comunità e le istituzioni di San Severo stanno con forza denunciando il livello insostenibile di presenza e azioni criminali che colpiscono operatori economici della città, avviliscono le possibilità di crescita e mettono a rischio la sicurezza dei cittadini”. I sindacati, nelle persone dei segretari generali Pino Gesmundo e Raffaele Rampino - lanciano l’appello: “Chiediamo a tutte le istituzioni, al Ministero dell’interno, ai dipartimenti ministeriali, a Prefettura e Questura, di monitorare con attenzione quanto sta accadendo nella cittadina dell’Alto Tavoliere e prendere tutte le misure necessarie per far sentire forte la presenza e la vicinanza dello Stato ai cittadini e a chi opera nelle forze dell’ordine”.

La notizia su FoggiaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Severo, spari contro le auto della polizia inviate dal governo

Today è in caricamento