Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca / Ravenna

Ravenna, debito da 30mila euro: vendono la loro bimba come sposa

A processo il padre della piccola e la matrigna: avrebbero dato la bimba, soli dodici anni, in moglie a un uomo col quale avevano un debito da trentamila euro. Anche l'uomo a processo

RAVENNA - A sei anni botte e privazioni. A dodici, il matrimonio. Naturalmente combinato. E' stata una vita di inferno quella di una ragazzina bengalese, ma da sempre residente a Ravenna. Una vita che lei stessa ha, pochi mesi fa, trovato il coraggio di raccontare alla polizia. 

Agli agenti, che l'hanno sostenuta e accompagnata nella sua confessione, ha parlato degli schiaffi e dei calci che dall'età di sei anni ha dovuto sopportare in casa. Poi, a dodici anni - quando era ancora una bambina - un matrimonio con un uomo di trentasei anni, che adesso vive a Bergamo. Un unione, naturalmente, non nata dall'amore ma dall'interesse. I suoi genitori, infatti, l'avrebbero venduta a suo "marito" per saldare un debito da trentamila euro. L'uomo, ha raccontato la ragazzina, la prima notte di nozze ha abusato di lei. 

Il padre e la matrigna della bimba, due quarantacinquenni che ora abitano in provincia di Rovigo, sono in questi giorni stati rinviati a giudizio per maltrattamenti. L'ex "marito" della dodicenne dovrà invece rispondere di violenza sessuale aggravata e atti sessuali con minorenni. (da RavennaToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna, debito da 30mila euro: vendono la loro bimba come sposa

Today è in caricamento