Lunedì, 20 Settembre 2021
Città Pavia

Squillo filmava gli incontri sadomaso con i clienti

I video finivano poi sul mercato illegale del porno. Nell'appartamento dove avvenivano gli incontri, i carabinieri hanno scoperto anche una "stanza dei giochi" e una con diversi strumenti per clonare bancomat e falsificare documenti

PAVIA - Evidentemente “Cinquanta sfumature di grigio” ha fatto scuola, a giudicare da quello che i carabinieri hanno ritrovato in un’abitazione a Mortara, nel Pavese.

Una prostituta 35enne brasiliana e il suo protettore avevano allestito una vera e propria “camera dei giochi” completa di ogni strumenti sadomaso, molto apprezzata dai clienti, ma, per “arrotondare” i guadagni, filmavano di nascosto gli incontri sessuali che avvenivano con i clienti (ai quali venivano fornite anche sostanze dopanti) e poi li rivendevano sul mercato clandestino del porno.

I carabinieri tenevano sotto controllo la donna e hanno così individuato l’uomo, M.E. pregiudicato 37enne originario di Verbania, fermato nei pressi dell’appartamento armato di un “nunchaku”, un’arma usata nelle arti marziali, che lui ha dichiarato di detenere per intervenire in difesa della donna qualcosa fosse stata aggredita dai clienti.

Ma oltre alla “sala dei giochi”, nell’appartamento i militari hanno scoperto anche un’altra stanza con tutto l’occorrente per clonare bancomat, produrre documenti falsi e carte di credito contraffatte e un vero e proprio kit con oltre cinquanta grimaldelli per aprire serrature e finestre. M.E. dovrà rispondere di favoreggiamento della prostituzione, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed anabolizzanti, falsificazione di monete, spendita di monete falsificate, fabbricazione e detenzione di sistemi informatici e telematici e per la clonazione di bancomat, possesso e fabbricazione di documenti di identità falsi e di altri reati ancora

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Squillo filmava gli incontri sadomaso con i clienti

Today è in caricamento