Mercoledì, 22 Settembre 2021
Città Torino

Monti inaugura la stazione: tensioni polizia-No Tav

Porta Susa, la seconda ed ora più moderna stazione ferroviaria di Torino, blindata per la cerimonia di inaugurazione dello scalo ad alta velocità. In piazza (per motivi diversi) ci sono No Tav, Cub, Fratelli d'Italia e Lega

TORINO - Tensioni fuori dalla nuova stazione di Torino Porta Susa dove, per il taglio del nastro, è arrivato il presidente del Consiglio Mario Monti. Presenti anche i ministri Fornero e Profumo, accolti da fischi e cori da un gruppo di manifestanti. La polizia ha effettuato una carica di alleggerimento nei confronti di un gruppo No Tav che manifestava in piazza XVIII Dicembre, di fronte alla stazione.

La carica è scattata in seguito al lancio di alcuni oggetti verso le forze dell'ordine da parte dei No Tav, che hanno anche tentato di aggirare lo sbarramento della polizia per avvicinarsi a Porta Susa.

TENSIONE IN PIAZZA: GUARDA IL VIDEO

Con la nuova stazione, l'alta velocità apre al pubblico, avvicinando l'attuale scalo al progetto originario messo a punto undici anni fa e che poi, per un motivo o per un altro, è stato rimandato nonostante si volesse concludere tutto per le Olimpiadi del 2006.

GLI AGGIORNAMENTI SU TORINOTODAY

Erano diversi i presidi di protesta intorno alla stazione. Da una parte in piazza XXVIII dicembre c'erano i No Tav e i Cub, dietro ad uno striscione rosso che reca la scritta : "Monti e Moretti truffatori perfetti". Verso via Grattoni invece, all'ingresso di autorità e stampa sventolano le bandiere di Fratelli d'Italia e della Lega Nord.

Agostino Ghiglia di Fratelli d'Italia ha preso le distanze dall'inaugurazione. "Come parlamentare mi sono rifiutato di partecipare a questa manfrina. Non siamo contro l'alta velocità, ma contro Monti, che viene a Torino da presidente del consiglio scaduto a farsi propaganda elettorale con i soldi dei cittadini, che potevano essere utilizzati invece per opere di compensazione in Valle di Susa".

Al di fuori della stazione anche Mario Borghezio della Lega Nord, nonostante il governatore piemontese Roberto Cota sia presente all'inaugurazione ufficiale per fare gli onori di casa. "Noi non contestiamo l'opera, contestiamo la passeggiata elettorale, di un membro del governo dell'alta finanza che fa solo gli interessi dei poteri forti" ha spiegato Borghezio.

Monti ha incassato i ringraziamenti del sindaco Fassino. "Desidero ringraziare il presidente del Consiglio, che per la seconda volta è venuto a Torino, e manifestargli la stima e l'apprezzamento della città per l'opera faticosa a cui si è dedicato in questo anno cruciale per il Paese", ha detto il primo cittadino. "La nuova stazione di Porta Susa, che viene inaugurata in un momento di difficoltà economiche, consente di allinearci ai migliori standard europei ed è un infrastruttura che migliora tutto il territorio", ha commentato il ministro Francesco Profumo. (da TorinoToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monti inaugura la stazione: tensioni polizia-No Tav

Today è in caricamento