Martedì, 24 Novembre 2020
Trieste

Ferito e bloccato nella grotta: salvato lo speleologo Stefano Guarniero

Lo speleologo era intrappolato dalle 16 di sabato a 200 metri di profondità sul Monte Canin, in Friuli

E' in salvo lo speleologo triestino Stefano Guarniero, 33 anni, intrappolato e ferito da sabato pomeriggio a 200 metri di profondità sul Monte Canin. Il Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli Venezia Giulia riferisce che la barella è uscita dalla grotta e al momento Guarniero si trova ricoverato in una tenda allestita vicino all'imbocco della grotta per un primo controllo sanitario. In seguito verrà trasporto all'ospedale di Udine.

Per buona parte della notte gli esperti hanno fatto brillare micro cariche esplosive per ampliare il passaggio, perché la barella non passava . 

Una volta perfezionato il lavoro, i soccorritori si sono calati velocemente e hanno iniziato la risalita assieme al ferito. Le condizioni dello speleologo, rimasto ferito nella caduta, sono stabili e non destano preoccupazione.

Guarniero, che è anche infermiere, è rimasto bloccato dopo una caduta di venti metri mentre era esplorava una grotta che si trova a quota 2.200 metri. E' in condizioni stazionarie: è ferito all'addome e a un braccio. . Aggiornamenti su TriestePrima

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferito e bloccato nella grotta: salvato lo speleologo Stefano Guarniero

Today è in caricamento