rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Città Milano

Pretende che uno straniero parli italiano e lo picchia rompendogli il gomito

L'uomo lo ha minacciato con un taglierino e poi, dopo essere stato disarmato, ha picchiato la vittima. Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Scene di follia alla periferia di Milano dove uno straniero, un 42enne originario dello Sri Lanka, è stato aggredito da un 50enne casertano che pretendeva che parlasse italiano

Come racconta MilanoToday, il cingalese stava parlando al telefono con un connazionale mentre passeggiava lungo via Antonio Martinazzoli, in via Bruzzano, quando improvvisamente la sua chiamata è stata interrotta dall'aggressore. 

Armato di taglierino, il 50enne gli ha intimato di parlare in italiano. Ne è nata una colluttazione, con il 42enne che è riuscito a disarmare il casertano, cadendo però a terra. A quel punto l'italiano lo ha preso a schiaffi e con una mano gli ha torto con veemenza il braccio, schiacciandolo al suolo fino a provocargli una frattura. Poi, come se nulla fosse, si è alzato e si è allontanato. 

"Mamma e figlia molestate in stazione", leghista punta la pistola contro un immigrato 

Sul posto sono arrivati subito i carabinieri del 118 e un'ambulanza, che ha trasportato il ferito in ospedale. Per lui una prognosi di quaranta giorni per una lussazione al gomito e una frattura del capitello radio. 

I carabinieri hanno poi rintracciato l'aggressore: un casertano residente a Parma che ha dichiarato di trovarsi a Milano per trascorrere alcuni giorni. Il 50enne ha spiegato di fare l'artista - senza meglio precisare - e che per quella ragione aveva con sé il taglierino ma non ha spiegato le ragioni dell'aggressione. Contro di lui è scattata una denuncia a piede libero per lesioni personali aggravate.

La notizia su MilanoToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretende che uno straniero parli italiano e lo picchia rompendogli il gomito

Today è in caricamento