Venerdì, 17 Settembre 2021
Notizie curiose

Sull'isola non c'è il medico: bimbo curato via WhatsApp

La mamma ha inviato a una specialista la registrazione con il respiro di suo figlio, affetto da bronchite, perché l'assistenza pediatrica sull'isola non c'è

(foto di repertorio)

ROMA - Sull'isola di Stromboli c'è solo la Guardia medica e manca il pediatra. E così per curare il suo bambino, affetto da una fastidiosa bronchite, una mamma che abita su una delle sette isole delle Eolie ha deciso di fare di necessità virtù utilizzando WhatsApp.

La signora Carolina Barnao ha deciso di chiedere aiuto a una sua amica pediatra inviando, attraverso WhatsApp, la registrazione del respiro di suo figlio. Una vera e propria "diagnosi virtuale". Alla specialista è stato sufficiente ascoltare il piccolo paziente per individuare il problema e indicare la cura. E' stata la stessa mamma a rendere nota la vicenda pubblicando un post su Facebook: 

stromboli-3-2

La mamma del piccolo Tommaso spiega anche la difficile situazione sanitaria di Stromboli, peraltro analoga a quella di altre isole dell'arcipelago. "Guardia medica e medico di base - dice - sono molto disponibili, ma non sono pediatri. Il pediatra si trova a Lipari. Di mezzo c'è il mare e d'inverno è quasi sempre agitato e rimaniamo isolati dal mondo. Beh, sarebbe opportuno avere un pediatra sull'isola almeno periodicamente. Dove sta il diritto alla salute dei nostri figli? Comunque, la cosa importante è che il mio piccolo adesso stia meglio".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sull'isola non c'è il medico: bimbo curato via WhatsApp

Today è in caricamento