rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
VIOLENZE SESSUALI

Stuprata da un carabiniere, per il militare condanna a sette anni e mezzo

La vittima è un'italiana che oggi ha 40 anni e soffre di problemi psicofisici. I dettagli

Un maresciallo 39enne dei carabinieri è stato condannato a sette anni e mezzo di reclusione per avere violentato, il 1 novembre 2013, una donna che si era presentata nella caserma di Mathi (Torino), dove ancora lui è in servizio, per denunciare le percosse del compagno (che poi invece è stato assolto per l'accaduto).

La violenza avvenne all'interno dell'appartamento della vittima, un'italiana che oggi ha 40 anni e soffre di problemi psicofisici. Il militare, infatti, si era offerto di accompagnarla dopo la sua deposizione. Secondo l'accusa, l'avrebbe minacciata di ulteriori botte se lei non avesse ceduto alle sue molestie e la costrinse a subire un rapporto sessuale.

Il collegio del tribunale di Ivrea, presieduto dal giudice Elena Stoppini, ha creduto alla storia della donna e ha inasprito di un anno la richiesta di pena del pm Ruggero Crupi, che si era fermata a sei anni e mezzo. A difendere l'imputato è l'avvocato Bartolomeo Pettiti.

La notizia su TorinoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stuprata da un carabiniere, per il militare condanna a sette anni e mezzo

Today è in caricamento