Domenica, 11 Aprile 2021
Brescia

Si tuffa per stabilire il record del mondo e non riemerge più

Trovato morto il sub 41enne polacco Sebastian Marczewski disperso nel Garda

Sub morto nel lago di Garda: chi era Sebastian Marczewski

Subacqueo professionista, si era immerso nelle acque del lago di Garda per allenarsi con l'obiettivo di battere il primato mondiale di immersione a 333 metri di profondità. Purtroppo è finita in tragedia. Il noto ed esperto sub polacco Sebastian Marczewski ha perso la vita durante un’immersione in solitaria.

Sub morto nel lago di Garda: chi era Sebastian Marczewski

È successo sabato a Limone: il 41enne polacco si era tuffato nelle acque di fronte il camping Nanzel per stabilire un nuovo record mondiale. Si preparava meticolosamente da mesi per superare l’ennesima sfida - nel 2017 proprio sul Garda aveva stabilito il primato nazionale polacco, arrivando a 240 metri di profondità - ma sabato mattina qualcosa è andato storto. L’esperto sub si è immerso in acqua alle 6.30 del mattino e avrebbe dovuto raggiungere la profondità record di 333 metri. A far scattare l’allarme è stato Ivano Predari, sub bergamasco: avrebbe dovuto incontrare il 41enne polacco durante la risalita, a quota 100 metri.

Marczewski non è mai arrivato, Predari è sceso fino a quota 160 per cercarlo, poi è tornato in superficie e ha fatto scattare le ricerche. Il nucleo subacqueo dei volontari del Garda, i Vigili del Fuoco e la Guardia Costiera hanno cercato il sub per ore: il suo corpo senza vita è stato individuato solo nel tardo pomeriggio, attorno alle 18, a quota -170 metri. Pare che con sé avesse il cartellino che era stato posizionato a -333 metri: il sub aveva quindi raggiunto la quota record prima di restare vittima di un tragico incidente durante la delicata fase di risalita.

Sebastian Marczewski era un ex militare: era stato in guerra in Afghanistan, dove a causa dell'esplosione di una mina aveva subìto danni permanenti alla spina dorsale. Si era fatto male, ma non così tanto da rinunciare all'impresa: una volta appesa la divisa al chiodo si era potuto dedicare alla sua più grande passione, le immersioni. Una passione che gli è costata la vita.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tuffa per stabilire il record del mondo e non riemerge più

Today è in caricamento