Sabato, 25 Settembre 2021
Città Foggia

Carabiniere si toglie la vita in caserma: "40 casi in un anno, basta!"

E' successo a Bovino, in provincia di Foggia: l'uomo, 39enne di origini salernitane, era un vicebrigadiere

Tragedia a Bovino, in provincia di Foggia, dove ieri pomeriggio un vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri si è tolto la vita in caserma, in viale Regina Margherita. L’uomo - 39 anni, celibe - ha esploso un colpo di pistola alla testa, utilizzando l’arma d'ordinanza. Lo sparo è stato udito subito dai colleghi che si sono precipitati per soccorrerlo. Sul posto è giunta anche un’ambulanza del 118, ma purtroppo è stato tutto inutile. Secondo quanto è emerso, il sottufficiale non avrebbe manifestato negli ultimi tempi segnali di malessere o disagio, né avrebbe lasciato una lettera d’addio per spiegare le motivazioni del suo gesto. Sul posto anche i vertici dell'Arma provinciale.

Suicidio carabiniere a Bovino, Foggia: morto vicebrigadiere 39enne di Salerno

"E' un anno drammatico. Secondo i nostri calcoli sono 40 (di cui 12 carabinieri) i suicidi di cittadini in uniforme da gennaio ad oggi. È l'anno record dei suicidi tra cittadini in divisa. Basta!". A lanciare l'allarme è il Siulm, sindacato unitario lavoratori militari, dopo la tragica notizia. Nella serata di ieri sono giunti nel paese dei Monti Dauni i familiari dell'uomo, mentre la Procura di Foggia ha aperto un’inchiesta per far luce sull'accaduto.

L'uomo era originario di Salerno. Nel quartiere di Mercatello, dove vivono i familiari, era molto conosciuto e stimato da tutti. La notizia della sua scomparsa ha provocato un immenso dolore non solo tra parenti e amici ma anche tra i colleghi del comando provinciale di via Mauri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabiniere si toglie la vita in caserma: "40 casi in un anno, basta!"

Today è in caricamento