rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Città Terni

Detenuto suicida: dodicesimo morto in carcere nel 2013

E' successo a Terni. La denuncia del segretario dell'Osapp, Beneduci: "La situazione detentiva peggiora di giorno in giorno"

TERNI - I suicidi nelle carceri diventano un inaccettabile stillicidio quotidiano. L'ultimo gesto drammatico questa mattina a Terni, dove un detenuto extracomunitario di circa 50 anni si è tolto la vita con il purtroppo classico metodo del lenzuolo annodato alle inferriate.

A darne notizia è Leo Beneduci, già segretario generale dell'Osapp (Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria) "Secondo i dati in nostro possesso si tratterebbe del dodicesimo morto in carcere, il terzo per suicidio dall'inizio dell'anno ed è, quindi, la conferma di una situazione detentiva nelle nostre carceri che va peggiorando di giorno in giorno, in termini di sovraffollamento, in tutto il territorio ben oltre il 50% delle capienze effettive e con carenze di personale di polizia penitenziaria che mediamente si avvicinano al 30% per un organico fermo nelle previsione al 1992", ha spiegato Beneduci che ora è candidato capolista al Senato per la lista Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia.

"Indifferibile quindi che il nuovo Parlamento, a differenza del precedente che ha fallito nel vano tentativo di contenere e non di risolvere il problema, assuma la responsabilità di attuare per il carcere quelle riforme del sistema e delle pene di cui non può più farsi a meno", ha concluso Beneduci.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto suicida: dodicesimo morto in carcere nel 2013

Today è in caricamento