rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca / Avellino

Fondi bloccati, senza stipendio da diciassette mesi: si ammazza

L'uomo, un operaio 59enne, non veniva pagato da diciassette mesi perché i fondi regionali per le Comunità Montane sono bloccati. Già la settimana scorsa aveva tentato il suicidio

AVELLINO - Da diciassette mesi non percepiva lo stipendio. Per questo già la settimana scorsa aveva provato a togliersi la vita tagliandosi le vene. Oggi, purtroppo, ci è riuscito. Il corpo senza vita di Franco D'Argenio, 59enne operatore forestale della Comunità Montana Irno Solofrana, è stato ritrovato in un pozzo nelle campagne di Aiello del Sabato, nell'avellinese. 

A dare l'annuncio è stato il segretario della Cisl, Mario Melchionna, direttamente dal palco allestito in piazza per protestare contro la legge di stabilità. Durissimo il commento di Luigi Del Regno, presidente della Comunità Montana per la quale lavorava D'Argenio. 

"E' una tragedia infinita. Da mesi avevamo sollecitato lo sblocco delle risorse - ha attaccato Del Regno - E' un morto che portano sulla coscienza i dirigenti regionali. Restare per diciassette mesi senza uno stipendio mette a dura prova le persone. Ce ne va di mezzo la dignità di un uomo e, come in questo caso, anche la vita".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi bloccati, senza stipendio da diciassette mesi: si ammazza

Today è in caricamento