rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Città Venezia

Si uccide il paroliere di Bocelli: scrisse 'Con te partirò'

Il musicista Lucio Quarantotto, 55 anni, si è lanciato dalla finestra della sua abitazione a Mestre. Aveva collaborato anche con Battiato e Caselli

VENEZIA - Lucio Quarantotto, cantautore veneziano di 55 anni, è morto ieri sera a Mestre. L'uomo si è suicidato, lasciandosi cadere dalla finestra del suo appartamento al sesto piano di un condominio, dove viveva con l'anziana madre e una badante. L'artista, secondo quanto si è appreso, avrebbe sofferto di problemi depressivi.

Celebre soprattutto per aver scritto le parole della canzone "Con te partirò", portata al successo da Andrea Bocelli, Lucio Quarantotto aveva collaborato anche con Franco Battiato e Caterina Caselli. La sua carriera da cantautore si è caratterizzata anche per un premio Tenco per la migliore opera prima e per molti altri riconoscimenti.

Sulla natura del gesto compiuto dal 55enne vi sarebbero pochi dubbi: il magistrato ha scelto di non disporre l'autopsia e ha già disposto la restituzione della salma ai familiari. (da VeneziaToday)


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si uccide il paroliere di Bocelli: scrisse 'Con te partirò'

Today è in caricamento