rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Città Verbano-Cusio-Ossola

Ragazzo tenta il suicidio nel giorno del compleanno, il padre lo crede morto e si spara

Un ragazzo proprio nel giorno del suo sedicesimo compleanno ha cercato di uccidersi impiccandosi. Il padre, sconvolto dopo aver appreso la notizia, credendolo morto, si è tolto la vita.

VERBANIA - Una tragedia nella tragedia sabato sera a Verbania. Un ragazzo proprio nel giorno del suo sedicesimo compleanno ha cercato di uccidersi impiccandosi. Il padre, sconvolto dopo aver appreso la notizia, credendolo morto, si è tolto la vita.

Il giovane lotta tra la vita e la morte in condizioni disperate all'ospedale di Intra. A trovarlo appeso ad una corda è stata la madre col quale il ragazzo viveva dopo la separazione dei genitori. Il padre, di 51 anni, viveva da due anni in un'altra abitazione. Pochi minuti dopo aver saputo del tentato suicidio del figlio, si è sparato.

E' un dramma familiare ancora da chiarire completamente quello avvenuto a Verbania la scorsa notte ed in cui resta la morte di un padre per il suicidio del figlio, che però è ancora vivo. La notizia arrivata al genitore era infatti sbagliata. Il ragazzo ha provato a uccidersi, ma per fortuna non c'è riuscito. Ed ora è ricoverato all'ospedale cittadino di Castelli, in coma farmacologico.

Su tutto quanto avvenuto la polizia sta svolgendo alcuni accertamenti. L'arma utilizzata dal padre disperato è una pistola che lui teneva regolarmente, per motivi sportivi. Il giovane ha provato a farla finita nella casa dove vive con la madre, che si è separata tempo fa. A trovare il corpo del 16enne, impiccato con una corda a una trave di legno in un soppalco dell'abitazione, è stata proprio la donna. Il ragazzo era ancora vivo quando è stato soccorso dal 118, ma potrebbe riportato danni irreversibili al cervello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo tenta il suicidio nel giorno del compleanno, il padre lo crede morto e si spara

Today è in caricamento