Venerdì, 26 Febbraio 2021
Bologna

Il tabaccaio che sostituiva la cannabis 'light' con quella 'vera'

Il caso a Bologna, dove i carabinieri hanno arrestato il titolare del punto vendita, un ragazzo di 26 anni. Nelle bustine in vendita nel distributore automatico c'erano infiorescenze con una percentuale di principio attivo superiore al consentito

La sostanza stupefacente sequestrata dai carabinieri (Foto da BolognaToday)

Un ragazzo di 26 anni, titolare di una tabaccheria di Bologna, è finito in manetta con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, trovato in possesso di diversi grammi di hashish e marijuana durante un posto di blocco dei Carabinieri della Stazione di Pianoro, aveva in auto anche un bilancino di precisione e diversi sacchetti di plastica con chiusura a pressione.  

Bologna, nel distributore automatico la cannabis 'vera'

I Carabinieri hanno voluto approfondire l'indagine con una perquisizione domiciliare nell'abitazione del giovane, residente in un altro comune della provincia, e nella tabaccheria di Bologna che il 26enne gestisce da solo. Hanno così scoperto che il giovane, non solo trasportava la droga, ma l'aveva nascosta anche in casa, dove si dilettava a coltivarla e, fatto più eclatante, l'aveva messa in vendita nel distributore automatico della sua tabaccheria di Bologna, col rischio di procurare dei danni alla salute dei clienti che si recavano sul posto per acquistare la cannabis light, ignari della sofisticazione svolta dal titolare del pubblico esercizio.

Nessuno dei clienti, però, si era lamentato, anzi, il distributore automatico lavorava a pieno regime e molti clienti, soddisfatti del prodotto, avevano iniziato a fare la fila, senza preoccupazioni, considerato che sulla bustina acquistata c'era l'etichetta della cannabis light che il 26enne aveva incollato. Ai clienti più affezionati - che sapevano o avevano scoperto il trucco - il tabaccaio riservava un trattamento speciale, vendendogli sotto banco la stessa sostanza stupefacente all'interno di bustine trasparenti dal contenuto maggiore. In totale, sono stati sequestrati 129 grammi di hashish e 1 kg e mezzo circa di marijuana. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il giovane tabaccaio è stato trasferito in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tabaccaio che sostituiva la cannabis 'light' con quella 'vera'

Today è in caricamento