rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
TASSE / Napoli

Tassa sui rifiuti da 60mila euro: ristorante rischia fallimento

È quanto dovrà pagare Rosolino in via Nazario Sauro, noto ristorante del lungomare napoletano. "Nel calcolo spazi mai utilizzati, faremo ricorso", spiega la titolare

NAPOLI - L'attesa stangata Tares sugli esercenti è arrivata. Quello che i rappresentanti di categoria denunciavano come un potenziale “colpo da ko” per l'economia cittadina, diventa realtà: ne fornisce un esempio Valerio Iuliano su Leggo, che riporta l'ammontare della cartella Tares 2013 recapitata alla titolare del ristorante Rosolino, noto esercizio del lungomare partenopeo.

La cifra è da capogiro:  59mila e 402 euro. Un salasso. “Adesso chiudiamo tutto e ce ne andiamo. È questa la prima cosa che mi viene in mente”, spiega Astrid Rosolino. “Siamo passati dai 22mila euro della Tarsu 2012, una cifra già enorme, ai 60mila della nuova tariffa”. Per il ristorante di via Nazario Sauro vuol dire in pratica pagare 5mila euro al mese di spazzatura.

“Imposte spaventose per un servizio di smaltimento che non funziona – continua la titolare – Quando ci è arrivata la cartella, non credevamo ai nostri occhi. E in un periodo di crisi come questo, con il 50 per cento in meno di presenze, come facciamo a pagare?”. Ma messo alle spalle il primo momento di sconforto, la signora Rosolino ribadisce che non chiuderà: “Il Comune inserisce nel calcolo anche sale e spazi quasi mai utilizzati. Faremo ricorso”. E c'è da scommettere che non sarà la sola. (da Napoli Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sui rifiuti da 60mila euro: ristorante rischia fallimento

Today è in caricamento