Sabato, 20 Luglio 2024
Torino

La tartaruga uccisa a pietrate da un gruppo di ragazzini

"Non è disagio, è delinquenza". L'indignazione del parroco e del sindaco di Cumiana (Torino). Nella zona verranno installate nuove telecamere

Delinquenti in azione a Cumiana, comune della città metropolitana di Torino. Lo scorso venerdì sera, 14 giugno, una banda verosimilmente di ragazzini ha preso una delle centoventi tartarughe presenti nel laghetto di ​piazza Martiri III Aprile per poi ucciderla barbaramente a pietrate nella zona chiamata "Ippo", dove è presente un vecchio ippocastano, vicino a una parrocchia. "Una creatura innocente è stata uccisa. Non basta la vergogna, servono azioni decise di contrasto e correzione. Sfregiare un muro è offensivo, uccidere un essere vivente è disumano. E no, non è disagio, è delinquenza", scrive il parroco, don Carlo Pizzocaro, sulla pagina social della parrocchia.

Il sindaco Roberto Costelli, fresco di rinnovo di mandato, ha nuovamente scritto ai carabinieri di Cumiana e alla compagnia di Pinerolo per "chiedere maggiori controlli serali e pre notturni, anche a seguito delle lamentele dei residenti di via Boselli, della piazza Martiri e di via Ferrero. Questo atto vergognoso e crudele deve trovare i responsabili. Questo non è più solo disagio giovanile, ma siamo passati ad atti di vera  delinquenza, come già detto dal nostro parroco".

Il primo cittadino, dopo aver ricordato come quelle tartarughe siano quotidianamente accudite, ha rimarcato come questi episodi di vandalismo "non siano più tollerabili. Basta con il buonismo diffuso, servono sanzioni esemplari". Nel frattempo, venerdì 21 giugno verrà effettuato un sopralluogo per l'installazione di nuove telecamere nell'area, come riferisce il collega Claudio Martinelli di TorinoToday.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tartaruga uccisa a pietrate da un gruppo di ragazzini
Today è in caricamento