Sabato, 27 Febbraio 2021
Torino

Si rifiuta di pagare ("tanto nessuno mi farà la multa") e il tassista lo fa scendere in questura

Il cliente è stato denunciato per insolvenza fraudolenta in concorso con altre due persone rimaste ignote. I fatti a Torino

Foto di repertorio

"Portami pure dalla polizia, tanto nessuno mi farà la multa". Detto fatto. A Torino un uomo è stato denunciato in stato di libertà per insolvenza fraudolenta in concorso con altre due persone rimaste ignote dopo essersi rifiutato di saldare il conto di un viaggio in taxi. L’uomo è stato accompagnato negli uffici del commissariato di via Grattoni dallo stesso tassista a cui non aveva pagato la corsa e che ha preso alla lettera la provocazione del cliente che lo aveva sfidato a portarlo davanti agli agenti. 

Come ricostruito dalla questura di Torino, a bordo del taxi erano salite tre persone: due dei passeggeri sono scesi dopo essere stati accompagnati in via delle Pervinche, il terzo, invece, ha indicato come destinazione finale via delle Magnolie. Dopo aver accompagnato anche il terzo passeggero nel luogo prescelto, il tassista ha chiesto i 20 euro per il pagamento della corsa. A quel punto il cliente si è rifiutato di pagare sostenendo di non avere contanti con sé e dicendosi convinto che i suoi compagni di viaggio avevano già pagato.

"Se non mi paga, chiamo la polizia", avrebbe detto il conducente al cliente. Con quest'ultimo che, a sua volta, lo avrebbe istigato a recarsi davvero in commissariato. Cosa che è poi avvenuta: il tassista ha portato l’uomo in via Grattoni dove, dopo le verifiche del caso, il cliente viene denunciato per "insolvenza fraudolenta in concorso". Le indagini sono in corso: gli agenti, infatti, vogliono dare un nome e un volto anche agli altri due clienti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rifiuta di pagare ("tanto nessuno mi farà la multa") e il tassista lo fa scendere in questura

Today è in caricamento