Lunedì, 27 Settembre 2021
CRONACA / Perugia

Accoltellò il figlio autistico: mamma assolta

La donna, una cinquantenne perugina, aveva tentato di uccidere il figlio, un bimbo autistico, a coltellate. Il giudice l'ha scagionata: soffriva di depressione per la malattia del bimbo

PERUGIA - Assolta perché non era in grado di intendere e volere quando ha accoltellato in camera il figlio di undici anni, affetto da una grave forma di autismo. Lo ha deciso il Gup al termine del processo con rito abbreviato a carico di una mamma cinquantenne di Città di Castello che nell'autunno del 2013 aveva tentato di uccidere il proprio figlio nella villetta dei nonni. La donna soffriva di una depressione fortissima - per la quale era già in cura - proprio per via della malattia altamente invalidante del bimbo.

Il ragazzino lottò tra la vita e la morte per diverse settimane ma i medici erano riusciti a salvarlo ed oggi è completamente ristabilito. Il giudice ha concesso la libertà vigilata alla mamma di Castello a condizione però che segua un percorso terapeutico in una struttura specializzata. Fine dunque degli arresti domiciliari.

Il marito è rimasto sempre al fianco della moglie consapevole della forte depressione della donna. Previsto nel percorso di recupero anche il ritorno a rapporti costanti tra madre e figlio, alla presenza di specialisti. (da PerugiaToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò il figlio autistico: mamma assolta

Today è in caricamento