rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Città Lecce

Minaccia il suicidio, salvata da un vassoio di zeppole

Una donna inglese residente a Lecce si è presentata in caserma: sola, senza lavoro né sostegno, ha minacciato il suicidio. Gli agenti la rincuorano offrendole i dolci e avvisando i servizi sociali

Non saranno la panacea che cura tutti i mali, ma certo le zeppole hanno contribuito, forse, a salvare una vita umana. E' successo a Lecce, domenica mattina: una donna di 47 anni, di origini inglesi, si presenta in caserma confessando l'intenzione di suicidarsi.

I Carabinieri, mossi da tenerezza, le hanno offerto un vassoio di zeppole (il dolce tipico di San Giuseppe), provvedendo anche alla sua spesa alimentare settimanale. Senza la pretesa di risolvere problemi della donna, certamente, ma solo per alleviare parte della solitudine, strappandole un sorriso.

Con toni disperati, la 47enne ha raccontato di essere completamente sola, senza sostegno, con una figlia in condizioni altrettanto precarie, ricoverata in una struttura di Bari. Non disponendo di risorse per far fronte al pagamento dell'affitto, né potendo svolgere un regolare lavoro, a causa della sua invalidità fisica, ha pensato di sfogarsi con i Carabinieri, narrando questa triste vicenda. Fatta di precarietà esistenziale.

I militari, dopo il "dolce gesto", si sono rivolti ad un medico del 118, intervenuto per fornire assistenza alla donna. Hanno poi avvisato i servizi sociali del Comune di Lecce, affinché le cure e le attenzioni nei suoi riguardi non si esaurissero nella giornata di ieri. Rincuorata dai gesti amorevoli che i militari le hanno riservato, la donna è stata accompagnata presso la propria abitazione, rinfrancata da gesti di solidarietà che tengono ancora sotto scacco la durezza di alcuni momenti. (da LeccePrima)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia il suicidio, salvata da un vassoio di zeppole

Today è in caricamento