Martedì, 26 Ottobre 2021
Città Bari

Il tampone è negativo ma lei esce dalla clinica e muore

La storia di Teodora Scarafino detta Dora, operata all'anca a Monopoli e poi deceduta. Il figlio vuole denunciare l'ospedale

Una donna di 82 anni residente a Monopoli è morta di coronavirus dopo essere stata operata all’anca e dimessa dalla clinica Mater Dei di Bari, il 7 ottobre scorso, per la negatività al tampone. Ma, scrive oggi il Corriere del Mezzogiorno, secondo la denuncia di uno dei figli della signora la comunicazione era sbagliata: "La clinica ha letto erroneamente l’esito del tampone d’ingresso, in realtà mia madre in uscita era positiva". Con la famiglia in isolamento, la donna si è subito aggravata ed è deceduta.

Il quotidiano racconta che la donna, che si chiamava Teresa Scarafino ma era soprannominata Dora, un mese fa è stata operata all’Anca all’ospedale Mater Dei di Bari: al momento delle dimissioni le hanno comunicato l’esito negativo del tampone ma dall’ospedale successivamente la hanno avvisata che il tampone era positivo. Ci sarebbe stato un errore. Nel frattempo è rimasta contagiata anche la figlia. "Abbiamo vissuto una situazione surreale, inaccettabile", lamenta il figlio ancora incredulo per quanto è accaduto nella sua famiglia. Adesso, insieme ai suoi fratelli, Piero si è rivolto ad un avvocato per sporgere denuncia nei confronti dell’ospedale Mater Dei, per l’errore commesso al momento della dimissione dalla madre, e per il trattamento subito dalla salma, accantonata per la veglia in quel deposito nel cimitero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tampone è negativo ma lei esce dalla clinica e muore

Today è in caricamento