rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Città

Terremoto, a Norcia è allarme sanitario: "Difficoltà a curare i pazienti dell'ospedale"

Paolo Alteo, medico del comune umbro, a Radio Cusano Campus: "Con il peso della neve è crollata la sala d'attesa dell'ambulatorio. Ora siamo su un container". Sospesi gli interventi di chirurgia a L'Aquila, dove è stata riallestito l'edificio del G8

NORCIA (PERUGIA) - "Con il peso della neve è crollata la sala d'attesa dell'ambulatorio. Siamo su un container ma abbiamo ballato il giusto questa mattina. A San Pellegrino c'è un metro di Neve e la situazione è abbastanza critica. C'erano dei pazienti che dovevano venire in ambulatorio e mi hanno telefonato dicendomi che non potevano perchè hanno trovato un metro di neve e non possono uscire, transitare. Le strade nei paesi sono ostruite, è un vero problema". Paolo Altea, medico di Norcia, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus nel corso del programma Genetica Oggi per fare il punto dopo le ultime, fortissime scosse.

TERREMOTO, LO SCIAME SISMICO SI SPOSTA VERSO SUD

TERREMOTO, IN ATTO IL "FENOMENO A CASCATA"

LA SITUAZIONE - "Nell'ambulatorio allestito in un container donato dalla protezione civile - ha aggiunto - c'è tutto anche se il bagno ancora non è funzionante. Siamo vicino a quello che rimane dell'ospedale di Norcia dove non sono possibili ricoveri. La situazione è precaria anche per le visite domiciliari. C'è una dispersione di pazienti su tutto il territorio. Un paziente mi ha detto che sembra ci sia stata la caduta di un masso sulla strada che va da Norcia a Serravalle, la strada che collega la Valnerina con Spoleto e Foligno; la superstrada. Ma non ho dettagli precisi".

TERREMOTO, LA SCOSSA IN DIRETTA TV

TERREMOTO, DISPERSI TRE ALLEVATORI

Centro Italia, terremoto e neve: dramma senza fine

"NESSUNA VITTIMA" - A fare il punto generale dopo le forti scosse è stato il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio: "Al momento non abbiamo notizie di persone coinvolte nelle scosse di terremoto, ma è un'emergenza nell'emergenza. Oltre al crollo del campanile della Chiesa di Sant'Agostino, ha detto, "abbiamo notizia solo di qualche crollo in cascine già danneggiate. Abbiamo effettuato evacuazioni preventive e stiamo lavorando per raggiungere le frazioni isolate. Tutti i mezzi sono in campo, c'è attenzione ai massimi livelli". Curcio ha sottolineato il "fortissimo impatto psicologico per le popolazioni. E' un momento complicato. Dobbiamo stare vicinio alle popolazioni: dal 24 agosto le scosse non si sono mai interrotte".

DIFFICOLTA' ANCHE A L'AQUILA - In ottemperanza all'ordinanza prefettizia che dispone la chiusura di tutti gli uffici pubblici nella provincia de L'Aquila e al fine di concentrare tutti gli sforzi sulla gestione di un'eventuale emergenza, il direttore generale della Asl 1, Rinaldo Tordera, ha disposto la sospensione, per oggi e domani, dell'attività chirurgica in tutti i presidi ospedalieri. Sospesa, inoltre, sempre per due giorni, l'attività ambulatoriale in tutti i distretti della Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila. In seguito alla sequenza sismica che ha interessato, come epicentro, Montereale, a titolo precauzionale, in accordo con il sindaco del comune dell'alto Aquilano, si è deciso di trasferire i pazienti della Rsa in strutture limitrofe. L'edificio del G8, utilizzato nel 2009 in occasione del sisma de L'Aquila, è stato riallestito e sarà utilizzato in caso di necessità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, a Norcia è allarme sanitario: "Difficoltà a curare i pazienti dell'ospedale"

Today è in caricamento