Sabato, 23 Ottobre 2021
Firenze

Travolta da un pancale, muore a 58 anni: aperta indagine per omicidio colposo

Tiziana Bruschi è deceduta dopo un mese di coma, è la 27esima vittima sul lavoro in Toscana da inizio anno

Un'altra morte bianca. Un'altra vittima del lavoro. La numero 27, in Toscana, dall'inizio dell'anno. Tiziana Bruschi, 58 anni, originaria di Scandicci, alle porte di Firenze, non ce l'ha fatta. E' deceduta dopo oltre un mese di coma nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Careggi. Il 2 settembre la donna era stata travolta da un pancale nel magazzino dell'azienda per cui lavorava, Sistema srl, ditta della zona artigianale di Scandicci che si occupa di stampaggio di materie plastiche. Mentre stava sistemando uno scaffale, improvvisamente il colpo: un pancale carico di merce le è piombato sulla testa da un'altezza di tre metri.

Sulla dinamica dell’incidente, come ricostruisce Firenzetoday, è stato aperto un fascicolo dalla procura. Ora che la donna è deceduta, si procede per omicidio colposo. Sul registro degli indagati è stato iscritto il titolare dell’azienda, 56 anni. Tra le ipotesi più probabili, quella dell'errore umano: durante una manovra, il muletto guidato da un operaio potrebbe aver urtato una pila di pancali e uno di questi l'avrebbe colpita.

L'autopsia è stata affidata dal sostituto procuratore Francesco Sottosanti al medico legale Beatrice De Fraia. La famiglia di Tiziana, assistita dall’avvocato Marco Zanobini e dallo studio Bicchierai e Bizzarri, vuole fare chiarezza e pretende giustizia.

Morti sul lavoro: arriva il decreto del governo Draghi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolta da un pancale, muore a 58 anni: aperta indagine per omicidio colposo

Today è in caricamento