Giovedì, 22 Aprile 2021
Brescia

Tomba profanata nel cimitero: bara aperta a martellate per rubare oro e pelliccia di una defunta

Il caso in provincia di Brescia. A dare l’allarme sono stati i custodi addetti all’apertura la mattina dopo. Indagano i carabinieri

Foto di repertorio Ansa

Banda di ladri sacrileghi in azione al cimitero di Calcinatello, frazione di Calcinato (Brescia). Ignoti hanno depredato la tomba di una donna di etnia rom, che era stata sepolta insieme ai gioielli di famiglia e con una pelliccia di visone. I ladri devono essere venuti a conoscenza della circostanza e sono quindi andati a colpo sicuro. Prima hanno sdraticato la lapide, poi hanno tagliato il cemento di protezione con un flessibile e infinte hanno aperto la bara a martellate: un colpo organizzato nei minimi dettagli. 

Il raid è avvenuto durante la notte  e l’allarme è stato lanciato soltanto la mattina successiva dai custodi addetti all’apertura del cimitero, che hanno subito avvisato il Comune e le forze dell’ordine. 

Sul caso indagano i carabinieri, che stanno vagliando anche l’ipotesi di una presunta diatriba tra diverse famiglie rom. Un’altra tomba, infatti, era stata quasi profanata soltanto un paio di mesi fa: in quell’occasione però, dopo qualche tentativo mancato, i banditi avevano rinunciato ed erano fuggiti a mani vuote. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tomba profanata nel cimitero: bara aperta a martellate per rubare oro e pelliccia di una defunta

Today è in caricamento