rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Brescia

L'ignobile affronto al sindaco: le tombe del padre e del nonno prese a martellate

La solidarietà di tutto il paese al primo cittadino

Un gesto sconsiderato, ignobile. Profanata la tomba di famiglia del sindaco di Alfianello, in provincia di Brescia. Mercoledì notte ignoti hanno preso di mira i loculi del padre (scomparso un anno fa) e del nonno di Matteo Zani. È stato proprio il primo cittadino ad accorgersi del fattaccio, giovedì mattina: i vandali non solo hanno staccato le foto dei due defunti, ma hanno anche danneggiato la lapide colpendola probabilmente con un martello.

Dell'accaduto sono già stati informati i carabinieri della stazione di Pontevico, ora impegnati nelle indagini. In tanti, in paese, hanno espresso solidarietà al sindaco per l'accaduto, condannando l'ignobile gesto: in primis il consiglio comunale, opposizione compresa.

Non si può escludere, ad oggi, che ad agire siano stati gli stessi che nelle ultime settimane avevano già compiuto altri atti vandalici in paese. In particolare, erano stati danneggiati i nuovi autovelox (appena installati), ma era stata anche imbrattata la casa di un dipendente comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ignobile affronto al sindaco: le tombe del padre e del nonno prese a martellate

Today è in caricamento