rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Biella

Torture in carcere: 23 agenti sospesi

Procurate "sofferenze fisiche e umiliazioni non necessarie"

Accusati di tortura e sospesi dal servizio 23 agenti della polizia penitenziaria del carcere di Biella per aver posto in essere "trattamenti inumani e degradanti" nei confronti di tre detenuti. Uno di questi aveva denunciato in Procura di essere stato immobilizzato con del nastro adesivo oltre alle manette. Le indagini hanno permesso di accertare che almeno in altre due occasioni alcuni detenuti erano stati destinatari della stessa condotta da parte del vicecomandante e degli altri agenti.  Secondo la procura l’episodio non può essere ridotto a un mero "illecito contenimento del detenuto", specificando che si sono verificati "veri e propri atti di violenza fisica ai suoi danni".

Le violenze commesse nei confronti dei detenuti sono state verificate dai filmati delle telecamere presenti all’interno del carcere e dai referti medici. Secondi il gip "tali metodi sono crudeli, e determinano nei detenuti una serie di sofferenze fisiche e di umiliazioni non necessarie e che eccedono la normalità causale".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torture in carcere: 23 agenti sospesi

Today è in caricamento