Martedì, 22 Giugno 2021
Città Napoli

I giovani denunciati per aver rincorso e preso a calci una ragazza trans (filmando tutto)

Il pestaggio a Torre del Greco. Le indagini sono state rapide e i responsabili sarebbero stati identificati: un ventiduenne di Boscotrecase e un diciassettenne di Boscoreale, entrambi incensurati. L'accusa è lesioni personali

Il video (molto duro, non ve lo mostriamo integralmente) mostra un'aggressione rapida e selvaggia ai danni di una donna trans in strada a Torre del Greco. Le indagini sono state rapide e i responsabili sarebbero stati identificati, scrive NapoliToday: due giovanissimi, un ventiduenne di Boscotrecase e un diciassettenne di Boscoreale, entrambi incensurati.

Torre del Greco, aggredita ragazza transgender: due giovani denunciati

Sono stati denunciati da carabinieri e dalla polizia con l'accusa di lesioni personali. Il pestaggio è avvenuto nei giorni scorsi a Leopardi. La vittima, quando ha presentato la denuncia, ha riferito di non essere stata bersaglio di insulti omofobi. Il video era finito sui social network scatenando diffusa indignazione anche perchè si era pensato a una aggressione a sfondo omofobo. Anche se così non fosse, la gravità del gesto rimane. L’hanno rincorsa per strada e quando lei è inciampata ed è caduta a terra hanno iniziato a prenderla violentemente a calci.

Il caso ha colpito l'opinione pubblica, in città e non solo. Il sindaco Giovanni Palomba aveva condannato fermamente l'aggressione: “'Seguirò in prima persona, con le competenti autorità, gli sviluppi della questione - aveva assicurato - Quanto accaduto non può e non deve trovare alcuna legittima giustificazione. La violenza, sia fisica che verbale, rappresenta il più basso istinto comportamentale per una comunità che invece vuole definirsi progredita e civile”. Veniva espressa “massima condanna per quanto accaduto, che getta onta ed ombre sulla dignità della nostra città; rivolgo la mia personale solidarietà, oltre a quella amministrativa, alla vittima e alla sua famiglia. Torre del Greco non è questo. Dobbiamo tutti, ognuno per sua parte, intervenire sui processi di riqualificazione sociale del nostro territorio e contribuire alla riabilitazione della dimensione civica dei nostri giovani, ingenerando in ciascuno di noi una nuova cultura dell'altro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giovani denunciati per aver rincorso e preso a calci una ragazza trans (filmando tutto)

Today è in caricamento