Giovedì, 17 Giugno 2021
Città Bologna

Trasfusione sbagliata in sala operatoria: paziente grave

Il fatto all'ospedale Maggiore di Bologna. E' stata aperta un'inchiesta per lesioni colpose, al momento contro ignoti

(foto di repertorio)

BOLOGNA - Nel corso di un intervento chirurgico all'ospedale Maggiore di Bologna a un paziente di 45 anni sono state trasfuse erroneamente due sacche di sangue di gruppo non corrispondente al suo. Le sue condizioni sono critiche. Ecco perché è stata aperta un’inchiesta per lesioni colpose, al momento contro ignoti.

I carabinieri del Nas, su delega della Procura, hanno acquisito le cartelle cliniche e sequestrato le due sacche vuote. Il paziente, italiano, ha avuto necessità di un’infusione durante un’operazione d’urgenza, in seguito ai traumi riportati in un incidente stradale.

Secondo quanto ricostruito, alla base dell’errore ci sarebbe stato uno scambio di sacche per un’omonimia nel cognome. Quando ormai tutto il sangue era stato interamente trasfuso, un operatore sanitario si sarebbe accorto che sulle sacche c’era il cognome corrispondente a quello del paziente, ma un nome diverso. Si trattava quindi di sangue destinato ad un diverso paziente, con lo stesso cognome, ricoverato in un altro reparto dell’ospedale. (da BolognaToday)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasfusione sbagliata in sala operatoria: paziente grave

Today è in caricamento