Milano, drogano ragazza in un pub e la violentano: tre arresti

La vittima è una ragazza di 22 anni. I presunti colpevoli, tutti italiani, sono stati arrestati dai carabinieri per violenza sessuale aggravata

Tre uomini sono stati arrestati per violenza sessuale a Milano.

Arrestati per violenza sessuale

I carabinieri hanno proceduto all'arresto dei tre dopo otto mesi di lunghe e complesse indagini, coordinate dai magistrati milanesi Maria Letizia Mannella e Gianluca Prisco.

Drogata in pub e stuprata 

Avrebbero attirato la loro vittima, una ragazza italiana di 22 anni, all'interno di un pub di Via Crema, in zona Porta Romana a Milano, dove l'avrebbero drogata con massicce dosi di benzodiazepina, tranquillante che provoca amnesie e perdite di memoria. Poi l'avrebbero portata all'interno di un`abitazione e stuprata per tutta la notte.

Incastrati dal Dna

I fatti risalgono alla notte compresa tra il 13 e il 14 aprile scorso. I tre presunti colpevoli, tutti italiani, sono stati arrestati dai carabinieri per violenza sessuale aggravata. Due di loro sono stati incastrati dalle tracce di Dna estrapolate dalla vittima che dopo lo stupro venne ricoverata alla reparto della clinica Mangiagalli dedicato alle vittime di violenza. Dalle loro dichiarazioni, gli inquirenti dell`Arma coordinati dal procuratore aggiunto Letizia Manella e dal pm Gianluca Prisco sono riusciti a risalire al terzo presunto responsabile della violenza e ieri lo hanno arrestato.

In manette sono finiti un 22enne, 29enne e uomo di 48 anni. Due di loro hanno precedenti specifici di polizia. Il 29enne conosceva superficialmente la vittima e fu lui, la sera del 23 aprile scorso, ad invitarla a bere un drink al pub "Why Not" di Via Crema. Dalle immagini delle telecamere di sicurezza del locale si vedono chiaramente i tre uomini mentre versano per tre volte massice dosi di benzodiazepina nella bibita della ragazza.

Dopo essersi sentita male, la vittima venne perfino insultata dai tre che, lungo il tragitto in auto, la chiamarono "strafatta" sollecitandola a "smettere di prendere tutta quella cocaina". Gli accertamenti tossicologici effettuati dopo la violenza hanno escluso la presenza di altre sostanze stupefacenti nel sangue della vittima oltre a quelle di benzodiazepina. Per la 22enne, quella notte fu un vero e proprio incubo: fu ripetutamente stuprata da tre uomini e la mattina dopo si svegliò con forti dolori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il procuratore aggiunto Manella, coordinatore del pool di magistrati del dipartimento fasce deboli, ha evidenziato "l'impegno concreto della Procura di Milano nella repressione dei reti a danno di donne". Merito, ha puntualizzato il magistrato, del procuratore Francesco Greco che "ha dato un forte impulso all'attività di contrasto a questi reati, rafforzando il dipartimento della procura che, tra l'altro, si occupa delle donne vittime di violenza da strada".

Tutti gli aggiornamenti su MilanoToday
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento