rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Città Ancona

La truffa del benzinaio: erogava meno carburante di quello pagato

La scoperta della Guardia di Finanza in un distributore di carburante di Falconara, in provincia di Ancona: sequestrate due pompe, mentre il titolare dell'impianto è stato denunciato con l'accusa di frode in commercio

I clienti pagavano per mettere benzina nei loro mezzi di trasporto, ma il carburante effettivamente erogato era di molto inferiore al corrispettivo economico richiesto. Una vera e propria truffa scoperta dalla Guardia di Finanza in un distributore di Falconara, in provincia di Ancona

I militari hanno effettuato un test con l'estrazione di due pistole eroganti, senza però azionare le rispettive leve interne. I contatori di riferimento mostravano l’avvio di erogazione sia in litri che in euro pur in assenza di reale ed effettivo rilascio di gasolio. Dagli approfondimenti eseguiti dai finanzieri attraverso specifici strumenti di misurazione tecnica, è stato accertato che ad ogni erogazione di gasolio veniva rilasciata una quantità di carburante inferiore e ben oltre i limiti di tolleranza consentiti dalla legge, rispetto a quella contabilizzata sulla colonnina del distributore. 

Sono state quindi sequestrate le due pompe di erogazione, il proprietario dell’impianto di distribuzione è stato denunciato con l'accusa di "frode in commercio".  Sono in corso le indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica di Ancona, per svelare e appurare l'esistenza di eventuali manomissioni degli impianti di erogazione o l’utilizzo di meccanismi fraudolenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La truffa del benzinaio: erogava meno carburante di quello pagato

Today è in caricamento