rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Città Napoli

La maxi truffa del bonus cultura: libreria "incassa" 2.8 milioni di euro

La Guardia di Finanza ha scoperto il sistema messo in atto da una libreria di Ercolano, in provincia di Napoli. Nove persone indagate: tra il 2017 e il 2019, attraverso quasi 6mila falsi acquisti, avrebbero creato un danno da quasi 3 milioni al ministero della Cultura

Una truffa in piena regola. Un sistema mirato a monetizzare e incassare, in maniera illegale, i soldi erogati dal governo con il bonus cultura. Il complesso meccanismo è stato scoperto in una libreria di Ercolano, in provincia di Napoli. Secondo quanto emerso dalle indagini, sarebbero quasi 6mila (5.852per la precisione) i neo-diciottenni che attraverso gli indagati hanno creato un danno al Mibact di almeno 2,85 milioni di euro nel periodo tra il 2017 e il 2019.

Nove le persone indagate a cui sono contestati a vario titolo i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Come funzionava il sistema? I giovani venivano convocati e simulavano l'acquisto di un libro, con gli indagati che nel frattempo trattenevano una parte della somma erogata attraverso la ricarica di carte di credito prepagate. Nella mattina di oggi, martedì 7 febbraio, la Guardia di Finanza ha eseguito sequestri e perquisizioni nella libreria di Ercolano, facendo scattare le misure cautelari nei confronti dei nove indagati: tre arresti in carcere, tre ai domiciliari, e obbligo di dimora per i restanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maxi truffa del bonus cultura: libreria "incassa" 2.8 milioni di euro

Today è in caricamento