Giovedì, 23 Settembre 2021
Città Roma

Finti corrieri per ingannare le vittime: la truffa del pacco fantasma per Natale

Tra le varie segnalazioni arrivate ai carabinieri, impegnati in controlli e incontri per fare prevenzione, la truffa del finto Babbo Natale della parrocchia che raccoglie le offerte e quella finto corriere che consegna pacchi vuoti ma chiede soldi per il ritiro: ecco come agiscono i truffatori

Proseguono gli incontri per fare prevenzione organizzati dai carabinieri presso centri anziani e parrocchie a Roma e sono molte le segnalazioni di chi ha raccontato di essere stato avvicinato in strada per tentativi di truffe o a cui hanno bussato alla porta di casa persone che tentavano di raggirarli chiedendo soldi.

Tra le truffe natalizie più comuni c'è quella del finto Babbo Natale, che si dice mandato dalla parrocchia di quartiere per raccogliere le offerte, insieme ai finti volontari di associazioni esistenti che tentano di entrare in casa per rubare. Con l'arrivo del Natale è però frequente anche un altro tentativo di raggiro, complice la consegna dei pacchi.

Sono stati infatti già segnalati alcuni casi di finti corriere che consegnano pacchi e scatole vuote chiedendo un pagamento in denaro. Questo il modus operandi: il finto corriere contatta telefonicamente la vittima e, con la scusa di doverle consegnare un pacco (che in realtà vuoto), chiede una somma di denaro per il ritiro.

I carabinieri hanno ricevuto mandato di svolgere attività di monitoraggio nei quartieri della Capitale, mediante un lavoro porta a porta, per individuare le situazioni sensibili che necessitano di intervento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti corrieri per ingannare le vittime: la truffa del pacco fantasma per Natale

Today è in caricamento