Mercoledì, 12 Maggio 2021
Roma

La lite in casa si trasforma in tragedia: operaio uccide il coinquilino

L'aggressione è avvenuta nella serata di ieri a Roma, in un appartamento nel quartiere di Centocelle. La vittima è un uomo di 60 anni: trasportato in ospedale d'urgenza, è morto nella notte

Foto di repertorio Ansa

Un litigio per futili motivi è sfociato in un omicidio nella serata di ieri, domenica 2 maggio, nel quartiere di Centocelle, a Roma. Un uomo di 60 anni è stato ucciso dall'amico con cui condivideva l'abitazione al termine di una violenta lite. L'aggressore, anche lui 60enne, ha colpito la vittima con alcuni oggetti trovati in casa, per poi accanirsi con una sedia. 

A chiamare i soccorsi sono stati alcuni vicini che, dopo aver sentito le urla provenienti dall'abitazione, hanno l'allarme. A dare l'allarme sono stati alcuni vicini che, udite le urla provenienti dall'appartamento, hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze intorno alle 21 di domenica sera. Sul posto i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e il personale medico del 118 che hanno trovato il 60enne, un operaio romeno, privo di sensi sul pavimento. 

Il 60enne è stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Giovanni, dove è stato operato. Le sue condizioni sono apparse subito disperate e, intorno alle 4 di lunedì, il suo cuore ha smesso di battere.

In poche ore, quindi, la posizione del coinquilino 60enne, anche lui un operaio romeno, si è così aggravata facendo scattare immediatamente l'arresto per omicidio. L'uomo si trova nelle camere di sicurezza della caserma dei carabinieri, in attesa di essere portato in carcere. 

Secondo una prima ricostruzione, i due uomini dividevano una stanza nell'appartamento: erano connazionali ed amici, oltre che entrambi i lavoratori. Ancora non è chiaro cosa abbia provocato la discussione, poi sfociata in delitto. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lite in casa si trasforma in tragedia: operaio uccide il coinquilino

Today è in caricamento