Venerdì, 22 Ottobre 2021
Città Torino

Strangola la moglie di 86 anni e tenta il suicidio

L'uomo si prendeva cura di lei da tempo, dopo che le sue condizioni di salute era peggiorate. A dare l'allarme è stata la badante

TORINO - Un uomo di 86 anni ha strangolato la moglie e poi ha provato ad impiccarsi con la stessa corda. A dare l'allarme è stata la badante della coppia, che ha chiamato la polizia. L'uomo, Luigi Musso, è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. Per la donna, Rosanna Cavallai, coetanea del marito, non c'è stato invece niente da fare.

Da tre anni l'uomo, un minatore in pensione che aveva lavorato per lungo tempo in Belgio, si prendeva cura della moglie nel piccolo appartamento di via Lauro Rossi 75, alla periferia di Torino. Musso non si era mai allontanato dalla moglie, che accudiva "con amore e pazienza", come riferito dai vicini di casa. La salute della donna era peggiorata fino a non renderla più in grado di muoversi. Poi la decisione di togliersi la vita insieme.

Secondo le prime ricostruzioni della Squadra mobile, Luigi Musso ha strangolato la moglie e poi, con la stessa corda, ha cercato di impiccarsi alla maniglia della porta di casa. La badante della coppia, che abita al portone accanto, ha confermato agli inquirenti che Musso era tormentato da tempo dalle gravi condizioni della moglie. (TorinoToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strangola la moglie di 86 anni e tenta il suicidio

Today è in caricamento