rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
CRONACA / Roma

Uccise a coltellate l'ex marito stalker, assolta: "Legittima difesa"

Sentenza inaspettata (e storica) della III Corte d'assise di Roma sul caso di una donna che uccise l'ex marito con 12 coltellate: "Ha agito per legittima difesa". Assoluzione piena per lei e il complice

ROMA - Aveva ammazzato il marito - sposato vent'anni prima e con il quale aveva avuto quattro figli - con 12 coltellate. L’amante (e attuale compagno) l’aveva aiutata ad avvolgere il corpo della vittima in un tappeto, prima di buttarlo nel Tevere. Il suo cadavere venne ritrovato solo un mese dopo, su una spiaggia di Ostia, dove il mare restituì il suo corpo trafitto da numerose coltellate.

ASSOLUZIONE PIENA - Questi i fatti che risalgono al 27 febbraio 2004. Ieri è arrivata la decisione della III Corte d'assise: assoluzione con formula piena per Luciana Cristallo e Fabrizio Rubini, la coppia accusata dell’omicidio di Domenico Bruno, imprenditore calabrese di 45 anni, ex marito di lei.

Il pubblico ministero Elisabetta Ceniccola aveva chiesto l’ergastolo per entrambi perché, secondo la sua ricostruzione, Luciana Cristallo avrebbe agito premeditatamente. La Corte, invece, ha assolto la donna perché avrebbe agito per legittima difesa, mentre il suo compagno di allora, Fabrizio Rubini, doveva essere assolto per non aver commesso il fatto. L’occultamento di cadavere invece è andato prescritto.

Vincenti, dunque, le tesi dei difensori dei due imputati, i quali fin dall'inizio hanno sostenuto che la donna avrebbe agito solo per legittima difesa, sostenendo che la loro assistita si sarebbe solo "difesa da anni ed anni di violenze ed abusi" che il marito avrebbe perpetrato ai suoi danni.

Alla lettura della sentenza, la donna era in aula e ha pianto. Queste le sue parole: "È stata una liberazione. Ora potrò guardare con un peso meno grave i miei quattro figli. Non volevo uccidere il loro padre, ma lui mi stava strangolando".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise a coltellate l'ex marito stalker, assolta: "Legittima difesa"

Today è in caricamento