Venerdì, 23 Aprile 2021
Napoli

Girava in strada con la figlia di due mesi in braccio per affidarla ad estranei

A notarlo per le strade di Napoli alcuni passanti, che hanno subito allertato la locale. L'uomo ha riferito di essere rimasto solo ad occuparsi della piccola e di non poter più accudirla per via del lavoro

Un uomo girava in strada con in braccio la figlia neonata, chiedendo ad estranei di prenderla perché lui non poteva accudirla per motivi di lavoro. Questa l’inquietante segnalazione arrivata agli uffici dell’unità operativa tutela emergenze sociali e minori della polizia locale di Napoli. Gli agenti hanno rintracciato l’uomo, che si aggirava per le strade del popoloso quartiere di Vasto in un forte stato di disperazione, con la figlia in braccio che non smetteva di piangere.

Dopo aver allertato il 118 per verificare le condizioni della bambina, gli agenti hanno iniziato a parlato con l’uomo, per cercare di capire i motivi che lo avevano spinto a scendere in strada. Il padre della piccola, in forte stato emotivo ma deciso nelle sue intenzioni, ha raccontato agli operatori che la madre della bambina, una tossicodipendente, si era allontanata da giorni senza dare alcuna spiegazione e lui era rimasto solo a prendersi cura della neonata, di appena due mesi.

Agli agenti l’uomo si è mostrato risoluto nella sua intenzione di affidare la piccola ad estranei e senza nessun tipo di pentimento e a quel punto è stato necessario avviare l’iter per la messa in tutela della neonata, che è stata ricoverata e affidata alla direzione sanitaria dell’ospedale Santobono, in attesa delle decisione della Procura per i minorenni di Napoli. Sono stati allertati anche i servizi sociali competenti. Gli agenti sono riusciti a risalire anche all’identità della madre, che risulta tutt’ora irreperibile e per la quale è stata avviata una fase di ricerca. 

"Voglio complimentarmi a nome di tutta l'Amministrazione con gli agenti di polizia locale intervenuti positivamente in una situazione così difficile e delicata. La tempestività e professionalità dell'intervento confermano ancora una volta il grande e quotidiano impegno a tutela dei più fragili del nostro Corpo di polizia. Grazie al lavoro fatto ora la piccola è al sicuro ed ha iniziato un percorso protetto”, ha commentato l’assessore al patrimonio, ai lavori pubblici e ai giovani Alessandra Clemente.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Girava in strada con la figlia di due mesi in braccio per affidarla ad estranei

Today è in caricamento