rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Città Milano

Uomo si accascia sulle scale della metro e muore

Si tratta di un clochard, avrebbe percorso poche decine di metri dalla strada alla fermata nel disperato tentativo di chiedere aiuto

Tragedia oggi a Milano. Un uomo di circa 30 anni è morto nella stazione metropolitana di Corvetto.  Con ogni probabilità, stando ai primi accertamenti, si tratta di un clochard che trascorreva le notti in zona. Avrebbe percorso poche decine di metri verso la fermata, probabilmente nel disperato tentativo di chiedere aiuto. Una volta lì, però, ha perso i sensi e si è accasciato al suolo ed è morto.

Come si legge su MilanoToday, l'allarme è scattato pochi minuti prima delle 7 di oggi 3 gennaio. Alcuni viaggiatori hanno notato il corpo a terra, sulle scale, con del sangue che usciva dalla bocca. I soccorritori del 118, intervenuti con un'ambulanza e un'auto medica, hanno trasportato l'uomo al pronto soccorso del Policlinico, dove però i medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. 

Secondo le prime verifiche della polizia, sul corpo del 30enne non c'erano segni di violenza, motivo per cui si ipotizza che sia stato stroncato da un malore. È verosimile che quando si è sento male l'uomo fosse in corso Lodi, dove è stata ritrovata una scia di sangue che porta proprio alla stazione metro. 

Venerdì mattina un altro senzatetto aveva perso la vita a Milano. Il suo corpo era stato scoperto verso le 11.30 in via Costantino Baroni, in un'area verde sotto i palazzi. Lo scorso 16 dicembre un clochard 40enne era invece stato trovato morto in via Giuseppe Ferrari, a due passi dalla stazione Garibaldi, nello stesso punto in cui nei mesi precedenti avevano perso la vita altri tre clochard. Quello stesso giorno il Comune di Milano aveva annunciato di aver accolto, nell'ambito del "Piano freddo", 200 persone senza fissa dimora. 

Tutte le notizie su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo si accascia sulle scale della metro e muore

Today è in caricamento