Lunedì, 8 Marzo 2021
Vicenza

Urla spaventano il vicinato, poi la scoperta: "È normale, stiamo facendo una seduta spiritica"

I vicini hanno dato l'allarme chiamando la polizia

Grida disumane hanno rotto la tranquillità di una sera di fine estate nei dintorni di via Quintino Sella a Vicenza. Diversi residenti spaventati hanno dato l'allarme chiamando il 113 mentre le urla continuavano a terrorizzare il vicinato. 

Quando gli agenti sono arrivati nel palazzo, hanno individuato l'appartamento da cui provenivano le grida e hanno suonato il campanello. Ad aprirgli una donna sudamericana con un bambino in braccio, che ha spiegato con molta tranquillità ai poliziotti delle volanti che era in corso una "semplice" seduta spiritica per comunicare con i morti. Grida e urla quindi erano del tutto normali.

Frate sgrida il bimbo durante la messa: "Qui non voglio rompiscatole" 

Nell'appartamento tutto sembrava corrispondere alla versione della donna, come hanno appurato gli agenti: su un tavolo c'erano una brocca con della sabbia e una con dell'acqua, due calici e una bottiglia di vino, ossia tutto l'occorrente per evocare i defunti. I poliziotti non hanno potuto fare altro che chiedere ai presenti di svolgere il rito con un tono di volce più basso. 

La notizia su VicenzaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urla spaventano il vicinato, poi la scoperta: "È normale, stiamo facendo una seduta spiritica"

Today è in caricamento