Giovedì, 23 Settembre 2021
VIOLENZE / Varese

"Ha staccato la testa al gatto, poi mi ha fatto bere dalla sua ciotola"

Mirko Rosa, imprenditore di una famosa catena compro-oro, è stato arrestato per violenze sulla sua fidanzata. Ecco la testimonianza della donna raccolta dal quotidiano La Prealpina e ripresa da Milano Today

L'imprenditore Mirko Rosa

VARESE - Emergono i dettagli sull’arresto di Mirko Rosa, imprenditore della nota catena "MirkOro". Il quotidiano La Prealpina ha raccolto la testimonianza di Giacomo de Luca e di sua figlia Nadia, compagna di Rosa. De Luca è l’uomo che lo ha aggredito facendolo finire all’ospedale con una ferita all’arcata sopraccigliare. 

La versione fornita dalla giovane "è la stessa fornita agli inquirenti" sottolinea il quotidiano varesino, inquirenti che ora stanno verificando la veridicità dei fatti. 

Tutto sarebbe iniziato nella notte tra mercoledì e giovedì, quando l’imprenditore avrebbe decapitato il gatto di casa, un cucciolo di pochi mesi comprato qualche giorni prima. Successivamente avrebbe mostrato il corpo senza vita alla  convivente dicendole: "Ti faccio fare la stessa fine". Questo sarebbe solo l’inizio. 

Quindi avrebbe rinchiuso Rosa in uno sgabuzzino, obbligandola a bere nelle scodella del gatto. Poi l’avrebbe picchiata, minacciata di essere gettata dalla finestra e a subire un rapporto sessuale. 

L’incubo della 21enne sarebbe durato fino al mattino quando la giovane — che aveva appuntamento con il pediatra per una visita alla bambina di un anno — avrebbe detto a Rosa di liberarla e che se non l’avesse fatto si sarebbe buttata dalla finestra. A quel punto l’imprenditore dell’oro l’avrebbe fatta uscire di casa e lei si sarebbe rifugiata a casa di alcuni amici. (da Milano Today)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha staccato la testa al gatto, poi mi ha fatto bere dalla sua ciotola"

Today è in caricamento