Mercoledì, 3 Marzo 2021
Milano

Teschi e scheletri umani in vendita: chi sono i responsabili del macabro business

Tre insospettabili - un ingegnere, un commercialista e un tecnico informatico, 40 anni circa, nessun precedente penale -  sono stati denunciati dai carabinieri di Milano con l'accusa di traffico illegale di resti umani

Un business redditizio, a quanto pare. Un teschio in buono stato riuscivano a rivenderlo anche a sei volte il prezzo d'acquisto. Sono stati scoperti. Tre insospettabili - un ingegnere, un commercialista e un tecnico informatico, 40 anni circa, nessun precedente penale -  sono stati denunciati dai carabinieri di Milano con l'accusa di traffico illegale di resti umani.

Tutto inizia lo scorso 28 agosto, quando al centro smistamento dell'Ups di via Fantoli la macchina ai raggi X ha scoperto un cranio umano nascosto in un pacco destinato a San Francisco. Il giorno dopo, nello stesso stabilimento, sono poi stati trovati altri due teschi pronti per essere inviati all'estero. 

A quel punto, i militari hanno dato il via alle indagini e in pochi giorni sono arrivati ai tre. Le indagini di carabinieri e pm hanno rivelato che le osse venivano acquistate in Repubblica Ceca - un teschio costava circa 100 euro - e poi rivendute tra la Svizzera e gli Stati Uniti

Nelle case dei tre - le cui generalità non sono state rese note - sono stati trovati nove teschi, due scheletri completi, diversi arti e bacini. Leggi su MilanoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teschi e scheletri umani in vendita: chi sono i responsabili del macabro business

Today è in caricamento