Lunedì, 21 Giugno 2021
CRONACA / Venezia

"Non è kosher": ristorante ebraico vieta la pappa a bimba di otto mesi

Brutta avventura per una coppia che, in un locale di Venezia, voleva dare da mangiare alla figlia. La pappa portata da casa conteneva formaggio grana: "E' vietato"

Foto di repertorio

VENEZIA - Un noto ristorante ebraico del centro storico ha negato la pappa ad una bimba di otto mesi. Il motivo: conteneva formaggio grana, vietato nella cucina kosher. Come riporta La Nuova Venezia, la vicenda è accaduta poche sere fa nel locale che si affaccia sul rio di Cannaregio.

LA VICENDA - Una famiglia, dopo aver prenotato un tavolo specificando la necessità di un seggiolone per la bimba di pochi mesi, è rimasta basita di fronte alle richieste di una cameriera. Giunti nel locale verso le 19, i genitori della bambina si sono seduti e, quando la loro figlioletta ha dato i primi segni di impazienza per la fame, come di consuetudine hanno tirato fuori dalla borsa il cibo per la piccola.

"CIBO VIETATO" - A questo punto però sarebbe intervenuta una cameriera, chiedendo con insistenza ai genitori che ingredienti c'erano nella pappa al pomodoro. Tutto bene finchè la madre non ha detto che nel piatto c'era una "spruzzatina di formaggio grana". Questo alimento non è kosher, cioè non è adatto alla consumazione secondo le regole religiose della Torah. Seguendo l'indottrinamento del Rabbino, che è anche il titolare del locale, la cameriera avrebbe impedito ai genitori di alimentare la piccola, tanto che i due per non creare ulteriori problemi, avrebbero preferito andarsene dal locale, chiedendosi però se in un locale aperto al pubblico si possa impedire, per motivi religiosi, ad una bimba di otto mesi di consumare la sua pappa. (da Venezia Today)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non è kosher": ristorante ebraico vieta la pappa a bimba di otto mesi

Today è in caricamento