rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Scandiano / Reggio Emilia

La chiesa devastata dai vandali e il Vescovo che li scomunica

La violenza è stata ricostruita dai carabinieri, allertati da alcuni parrocchiani

Sono entrati in una chiesa e hanno imbrattato diversi muri, hanno distrutto alcune statue e arredi, hanno forzato il tabernacolo e hanno disperso a terra vasi sacri e ostie. Vandali senza scrupoli quelli che hanno profanato la chiesa di Ca' de Caroli, a Scandiano, provincia di Reggio Emilia.

La violenza è stata ricostruita dai carabinieri, che ieri sono stati allertati da alcuni parrocchiani. Sul posto sono subito arrivati il vicario generale della Diocesi di Reggio-Guastalla, monsignor Alberto Nicelli e il vescovo Massimo Camisasca, che, dopo aver espresso tutto il suo rammarico, ha precisato come chi si è macchiato di questo oltraggio viene automaticamente scomunicato: ”La profanazione, dal punto di vista canonico, comporta automaticamente la scomunica per quanti hanno compiuto tali insani gesti".

Il vescovo ha poi fatto sapere che si riserverà di recarsi nelle prossime settimane nella chiesa di Ca' de Caroli per celebrare una messa come "segno di particolare vicinanza alla comunità locale, sfregiata nel sentire religioso che ha radici antichissime”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiesa devastata dai vandali e il Vescovo che li scomunica

Today è in caricamento