rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Caltanissetta

Violenta la nipote 13enne con l'aiuto della mamma: il papà tenta di accoltellarlo

In carcere lo zio che avrebbe abusato a più riprese della giovane con la complicità della cognata

Avrebbe approfittato della nipote di 13 anni, affetta da disabilità intellettiva, abusandone con la complicità della cognata, madre della minorenne, che era al corrente di ciò che accadeva. Questa l'accusa contestata dalla Procura di Caltanissetta a un 46enne che è stato arrestato dai carabinieri assieme alla donna, di 47 anni. Nei loro confronti militari dell'Arma hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere che ipotizza il reato di violenza sessuale aggravata.

Gli abusi, ricostruisce il giudice nel provvedimento, sarebbero stati commessi in un paese del Nisseno in un contesto di gravissimo degrado socioculturale. Il padre della vittima quando ha intuito ciò che stava subendo la figlia avrebbe meditato di vendicarsi del fratello accoltellandolo.

Le indagini dei carabinieri sono state avviate dopo una segnalazione di volontari di un centro sociale dove la ragazza era seguita per delle lezioni di supporto allo studio. A fare scattare l'allarme degli strani messaggi tra lo zio e la nipote e il fatto che la ragazza spesso si allontanasse con lui per raggiungere un casolare di campagna di proprietà della famiglia. La ragazzina aveva anche comprato diversi test di gravidanza fingendo che servissero alla madre.

L'analisi dei messaggi tra zio e nipote, intercettazioni e testimonianze sono confluite nell'inchiesta della Procura di Caltanissetta che ha chiesto e ottenuto dal Giudice per le indagini preliminari gli arresti dello zio e della madre della 13enne. I due, dopo la notifica del provvedimento, sono stati condotti in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta la nipote 13enne con l'aiuto della mamma: il papà tenta di accoltellarlo

Today è in caricamento