rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
MILANO

Stupra la nipote davanti al fratello: pedofilo in cella per la quinta volta

In manette è finito un ghanese ventiseienne, irregolare in Italia e finito già quattro volte in carcere. La vittima era la sua nipotina di soli sette anni

Tutti si fidavano di lui. Si fidava di lui la madre della bimba, una lontana parente che gli lasciava volentieri i suoi figli. E si fidava di lui anche la sua piccola vittima, una bimba di sette anni che, anche negli ultimi giorni, dopo un anno di abusi, continuava a chiamarlo “zio”. Dietro quello zio, invece, si nascondeva un orco, un pedofilo che per quasi dodici mesi l’ha costretta ad avere rapporti sessuali con lui. 

A mettere fine all’incubo della piccola, per fortuna, sono stati i poliziotti del commissariato di Rho, che il giorno di Natale hanno arrestato Lamin Jadimidia, un ventiseienne ghanese, irregolare in Italia.

Era arrivato qui nel lontano 2009 e aveva presentato richiesta d’asilo, inizialmente accettata e poi respinta nel giugno del 2014 per i numerosi precedenti penali. Praticamente da subito, infatti, per lui erano iniziati i guai con la legge: tanto che in cinque anni, fino a fine 2014, è stato arrestato quattro volte per reati vari. 

Nonostante ciò, la madre della bimba - sola in casa perché suo marito è in prigione per droga - si fidava di lui e gli lasciava i bimbi mentre era al lavoro. Proprio in quelle ore, secondo quanto ricostruito dalla polizia con intercettazioni e audizioni protette dei piccoli, si consumavano le violenze. Che in alcuni casi, come raccontato dal bimbo, sono avvenute anche alla presenza del fratellino della vittima. 

Le indagini, partite a luglio scorso, erano iniziato dopo che alcuni amici di famiglia della madre della bimba avevano segnalato ai servizi sociali del comune uno strano turbamento della piccola. 

E’ stata lei stessa poi, innocentemente, a raccontare di alcune situazioni “strane” vissute con lo “zio” da un anno a questa parte. A quel punto, i poliziotti hanno stretto il cerchio attorno al pedofilo e sono entrati in azione. 

Il ventiseienne è stato portato in cella per la quinta volta. Ora, però, dovrà rispondere dell’accusa di violenza sessuale. (Da MilanoToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupra la nipote davanti al fratello: pedofilo in cella per la quinta volta

Today è in caricamento