Domenica, 28 Febbraio 2021
Catanzaro

L'incubo di una ragazza di 22 anni: attirata in una trappola e violentata due volte

I fatti sul lungomare di Catanzaro Lido. La giovane ha chiesto aiuto bussando alla porta della prima abitazione in cui si è imbattuta. Fermato un 26enne

Foto di repertorio, ANSA

I carabinieri di Sellia Marina, in provincia di Catanzaro, hanno sottoposto a fermo un cittadino marocchino 26enne accusato di violenza sessuale nei confronti di una ragazza di 22 anni. Secondo quanto accertato dalle indagini, i due si sarebbero incontrati sul lungomare di Catanzaro Lido per contrattare l'acquisto di sostanze stupefacenti, ma la "trattativa" si è presto rivelata una trappola tesa dall'uomo che, dopo aver condotto la ragazza nei pressi della scogliera, l'ha bloccata per impedirle di muoversi, per poi usare violenza sessuale nei suoi confronti.

Subito dopo il 26enne ha finto di accompagnare la ragazza a casa, per poi portarla nella pineta di Simeri Mare dove ha nuovamente abusato di lei. La ragazza, in piena notte, ha chiesto aiuto bussando alla porta della prima abitazione in cui si è imbattuta. Dopodiché sono intervenuti i carabinieri, che hanno prima ricostruito l'accaduto e poi identificato il 26enne, scovato in una casa di Simeri Crichi. L'uomo, dopo l'arresto, è stato trasferito nel carcere di Siano a Catanzaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incubo di una ragazza di 22 anni: attirata in una trappola e violentata due volte

Today è in caricamento