rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Città Perugia

"Mi fece sdraiare sul divano e...": l'orrore della violenza nel diario della bimba

Una vicenda macabra che, a Perugia, ha per protagonista il vicino di casa e una bambina di nove anni, violentata, come ha denunciato la piccola, dall'uomo di 69 anni che l'ha attirata nel suo appartamento con una scusa

PERUGIA - Ha scritto tutto in quel diario. Il panico e la paura incisi a chiare lettere sulle pagine bianche che giorno dopo giorno si sono tramutate in una storia macabra fatta di violenze e abusi sessuali.

Quelle pagine, scritte da una bambina di nove anni di Città di Castello (Perugia), sono finite nella mani della madre. Ne è scaturito un processo. L'orco di questa vicenda, l'insospettabile vicino di casa di 69 anni, si trova ora in carcere, dove attende il momento di rispondere alla pesante accusa: violenze sessuali su una bambina di soli 9 anni.

A giudicare l’uomo sarà la corte presieduta dal presidente Mautone, che dovrà decidere se realmente il 69enne è responsabile degli episodi a lui contestati. Ieri, 4 ottobre, l’udienza in aula dove si è ripercorsa la macabra vicenda avvenuta in un condominio della cittadina umbra nel 2010. In base a quanto ricostruito, l’uomo viveva al piano di sotto e spesso invitava la bambina a giocare con la sua nipotina. Ma c’è un giorno in cui la piccola in realtà non è in casa e la bambina di soli 9 anni, fidandosi dell’uomo, va nel suo appartamento. Qui l’orco “l’afferra per le mani, la porta dentro, la spinge sul divano, comincia a palpeggiarla e a toccarla”. Tutto è scritto sul diario della piccola. Adesso spetterà ai giudici pronunciarsi su quanto accaduto. (da PerugiaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi fece sdraiare sul divano e...": l'orrore della violenza nel diario della bimba

Today è in caricamento