rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Città Monza e della Brianza

Bidello 65enne violenta le bambine nei bagni delle elementari

L'uomo, 65 anni, era già stato condannato per abusi su una bambina in una chiesa in Calabria

MONZA - Bidello alla scuola elementare "Emanuele Filiberto" di Vimercate, in provincia di Monza, entrava nei bagni femminili e, adescando le bambine, le palpeggiava nelle parti intime. L'uomo, 65enne di origini sarde impiegato da otto anni nell'istituto, coniugato e pregiudicato, è stato arrestato in flagranza di reato, al termine di un'attività investigativa delicata e complessa.

L'accusa, pesantissima, è di violenza sessuale aggravata. Le indagini, coordinate dal pm Alessandro Pepé della Procura di Monza, sono scaturite dalle parole di una bimba che lo scorso 25 gennaio si era confidata con un'insegnante.

Da allora l'attività del bidello veniva costantemente monitorata dai carabinieri che, lunedì scorso, di fronte all'ennesima violenza sono intervenuti arrestando l'uomo. Nella sua abitazione, "di fronte alla moglie sbigottita", i militari hanno sequestrato un computer portatile e numerosi dvd "che dovranno essere analizzati, anche per stabilire se in passato il soggetto abbia commesso atti analoghi".

RECIDIVO - Dagli accertamenti sull'arrestato, è emerso che nel 1971 era stato condannato per un analogo grave reato a sfondo sessuale, che aveva commesso in Calabria, ai danni di una bambina di 12 anni, in una chiesa.

Tale episodio, però, era stato taciuto dall'uomo al momento dell'assunzione presso la scuola elementare, dove aveva esibito una falsa attestazione rispetto alle proprie pregresse condanne penali, mentendo sui suoi trascorsi giudiziari. (da MonzaToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bidello 65enne violenta le bambine nei bagni delle elementari

Today è in caricamento